Discriminazioni

nudm

Anche Bergamo in piazza per l’aborto libero, sicuro e gratuito

Bergamo – “Nella Giornata internazionale per l’aborto libero, sicuro e gratuito, torniamo in piazza per difendere un diritto acquisito ma messo gravemente a rischio dall’alto tasso di obiezione di coscienza”. Inizia così il comunicato di Non Una Di Meno di Bergamo che ha dato vita davanti al palazzo della Regione Lombardia una protesta partecipata, con […]
18581566_10155157007141276_6805808822887520935_n

In piazza perché “Nessuna persona è illegale”

Bergamo- A Milano si è svolta la manifestazione a favore dell’accoglienza e contro il razzismo, sul modello di quella organizzata a Barcellona lo scorso Febbraio; un fiume di persone (più di centomila) ha percorso le vie della città, da Porta Venezia a Piazza del Cannone. Alla chiamata ufficiale del “20 maggio senza muri” della giunta […]
WhatsApp Image 2017-04-22 at 15.48.49

A Pontida per dire no al razzismo della Lega

Pontida- Più di 4000 persone si sono radunate oggi pomeriggio a Pontida, nella giornata dell’orgoglio antirazzista organizzata dal centro sociale napoletano Insurgencia per ribadire i principi dell’antirazzismo e antileghismo proprio nel paese tanto caro al partito di Salvini. In un paese blindato dall’ordinanza del sindaco, sul palco si sono susseguiti numerosi artisti, la cui musica […]
rifugiati1

Gori, i rifugiati e quel silenzio sulle espulsioni della prefettura

Bergamo – Mentre il sindaco Giorgio Gori riuniva un presidio cittadino insieme a diverse associazioni, per richiedere “un permesso umanitario per i richiedenti asilo che si sono integrati”, poco lontano, in via Noli, tira un’aria molto diversa. Da qualche settimana la prefettura ha avviato la cessazione delle misure di accoglienza per i richiedenti asilo in […]
immigrati-in-fila-per-permesso-di-soggiorno

“Richiedenti asilo per strada”: ecco i responsabili

Bergamo - Richiedenti asilo costretti a lasciare i centri d’accoglienza dopo tre giorni dalla presentazione di ricorso in corte d’appello: questa la decisione della prefettura di Bergamo, questo il destino che attende probabilmente molti di coloro che vivono nei CAS della provincia bergamasca. Intanto nelle strutture d’accoglienza la tensione sale, come a San Paolo D’argon […]