#19o – Diretta dalla manifestazione nazionale di Roma

DOMENICA 20 OTTOBRE

Ore 15:20 Finita l’assemblea, i bergamaschi ritornano al pullman. Il presidio a Porta Pia rimarrà fino alle 18:30 di martedì, momento in cui è previsto l’incontro con il Ministro Lupi.

Ore 12:50 All’assemblea di Porta Pia interviene il rappresentate bergamasco del sindacato degli inquilini As.I.A Paolo. Il suo discorso verte sull’importanza di unire le lotte, dai noTav ai noMuos, dai migranti  fino a chi si occupa di sfratti ed emergenza abitativa. Paolo sottolinea come tutte queste battaglie abbiamo un punto comune: la difesa del territorio e della dignità delle persone che lo abitano e lo vivono. Inoltre dice di essere arrivato a Roma con due speranze, e che lascerà la capitale con due certezze: il primo auspicio era quello di uscire dai limiti territoriali e costruire una rete nazionale di lotte comuni. Questo è successo durante la manifestazione di ieri e l’assemblea di oggi, eventi che hanno raccolto il lavoro di comitati e gruppi provenienti da tutta Italia che si battono sugli stessi temi. La seconda speranza era quella che Porta Pia divenisse un punto di rilancio per percorsi futuri, e non solo il punto di arrivo del corteo. Grazie alla notte trascorsa in piazza e alla partecipata assemblea di oggi, le lotte territoriali hanno avuto risalto nazionale ed è risultato evidente che i movimenti scesi in strada non sono nient’altro che “menti e cuori diversi in un unico corpo”, cioè riuscire a far sentire proprie le lotte di tutti con l’obiettivo di cambiare lo stato di cose presente.

Ore 12:00 Da una trentina di minuti è iniziata l’assemblea a Porta Pia. Numerosi gli interventi delle diverse realtà: dai No Tav ai movimenti per il diritto all’abitare. Si attende l’appuntamento di martedì con il Ministro delle Infrastrutture dei Trasporti Maurizio Lupi per discutere dell’emergenza abitativa. Come si evince dall’assemblea, il messaggio dei manifestanti è chiaro: non interessa mendicare ma ottenere ciò che spetta di diritto.

WP_20131020_012

SABATO 19 OTTOBRE

 

Ore 00:15  Nel contributo audio il resoconto della giornata

Ore 20:50  Porta Pia si sta riempiendo di tende e i manifestanti si organizzano per passare la notte. La testimonianza di Marco

Ore 19:15 Contributo audio di Marco del Collettivo universitario di Bergamo


Ore 19:00 I manifestanti continuano ad affluire a Porta Pia. Incominciano a comparire le prime tende per l’assedio ai palazzi.

Ore 18:20 La testa del corteo ha raggiunto Porta Pia. I manifestanti stanno affluendo davanti ai palazzi. Incominciano a comparire le prime tende per l’assedio ai ministeri. 11 i fermati.

Ore 17:45 Cariche di fronte al ministero dell’Economia e delle Finanze

Ore 17:10 Lo spezzone per il diritto all’abitare continua a sfilare per le vie di Roma



Ore 16:50 Contributo audio di un attivista di As.I.A Bergamo

Ore 16:40 Avvistato gruppo di neofascisti di CasaPound con caschi e spranghe dietro a un cordone di polizia in via Napoleone III. Probabilmente loro non sono stati perquisiti.

Ore 16:10 Lo spezzone che rivendica il diritto alla casa è ancora fermo in una gremita Piazza San Giovanni. Presente il Comitato degli abitanti di Zingonia.

Ore 16:00 Lo strisicione di apertura del corteo recita Una sola grande opera: casa e reddito per tutti

Ore 15:50 I manifestanti bergamaschi stanno raggiungendo il corteo che è partito poco fa da Piazza San Giovanni. I fermi degli autobus hanno ritardato il loro arrivo nella capitale.

Ore 15:00 Tutti gli autobus fermati sono ripartiti.

 

1174550_439036062872873_1297633330_n

Ore 14:30 Circa una decina di autobus provenienti da Bergamo e Milano sono stati fermati alla barriera Roma Nord dalle forze dell’ordine. E’ in atto la perquisizione dei bagagli.

 

Bergamo – Anche da Bergamo, così come dalla maggior parte delle città italiane, sono partiti stanotte gli autobus verso il corteo di oggi a Roma. All’indomani della manifestazione dei sindacati di base, infatti, è previsto per oggi un altro corteo che raccoglie tutte le organizzazioni e le persone che lottano nei propri territori per riaffermare diritti fondamentali come quello all’abitare. A loro si uniranno i comitati per la tutela dell’ambiente e contro le grandi opere, organizzazioni di migranti e lavoratori.

In preparazione alla giornata, si era svolta il 16 ottobre un’assemblea pubblica in Piazza Vittorio Veneto, dove rappresentanti di Cub, Usb, As.I.A, Unione Inquilini, Fiom – Same e Comitato degli abitanti di Zingonia hanno esposto le ragioni che spingono comitati territoriali ad unirsi alla grande manifestazione nazionale di oggi.

Segui su BgReport la diretta del corteo.

Leave a Reply