Sanità

La Caporetto della sanità lombarda: Bergamo sarà sacrificata di nuovo?

Bergamo – È sufficiente una rapida rassegna stampa per misurare l’ottimismo dei media italiani, megafono dei rappresentanti di Protezione Civile e istituzioni di governo che, nell’ormai consueto appuntamento delle conferenze stampa giornaliere, snocciolano numeri incoraggianti. Le parole del giorno sono ‘discesa’, ‘rallentamento’ e ‘stabilizzazione’, mentre Brusaferro, dell’Istituto Superiore della Sanità, si spinge un poco più […]

Cronache dalla quarantena: testimonianza di un residente di Seriate

Seriate – Sto trascorrendo la quarantena in casa con la mia famiglia e con un altalenante collegamento internet (non mi dilungo su quanto ritengo tutto questo essere un privilegio per niente scontato e su come non dovrebbe esserlo affatto). I miei genitori sono entrambi lavoratori statali: mio padre è infermiere di terapia intensiva, mia madre […]

Una petizione per intitolare il nuovo ospedale da campo a Don Fausto

Bergamo – E’ nato da quattro giorni, e già conta più di 4500 membri, il gruppo Facebook che costituisce sicuramente il più grande omaggio, inevitabilmente virtuale, che la città ha tributato a don Fausto Resmini dopo la sua morte per Covid-19. Si chiama, e nel nome c’è già il senso dell’iniziativa, “Ospedale da campo Don […]

Una lettera al Ministero della salute e all’Istituto superiore di sanità

Pubblichiamo qui una lettera indirizzata al Ministero della salute e all’Istituto superiore di sanità, scritta dal Tavolo della Salute di Bergamo, un’associazione di cittadini interessati al diritto alla salute sancito dall’art. 32 della Costituzione e alla difesa e al potenziamento del Servizio Sanitario nazionale, collaborando anche con Medicina Democratica e con altre associazioni a difesa […]

Cronache dalla quarantena: le testimonianze degli operatori sanitari

Pubblichiamo le testimonianze di due lavoratori presso la struttura della fondazione Carisma, situata a Celadina, Bergamo. Le parole di operatrici e operatori sanitari che non si vedono tutelati sul luogo di lavoro:   “Scrivo a nome di operatori e infermiere per far capire che in questo momento noi non siamo dei dementi, ma siamo soltanto […]